Tag: tram

Metro Tram sulla Togliatti, riparte la speranza

  Diciotto stazioni per 17 chilometri complessivi: Saxa Rubra, Fidene, Sabine, Serpentara, Vigne Nuove, Talenti, Montesacro, Kant, Aniene, Ponte Mammolo, Colli Aniene, Quarticciolo, Centocelle, Togliatti, Romanisti, Don Bosco, Subagusta, con l’ipotesi finale di un arrivo al Laurentino. Un percorso semicircolare di raccordo con incroci con la linea A a Subagusta, la linea C a Centocelle, la linea B a Ponte Mammolo, la linea B1 a Vigne Nuove, in caso di prolungamento della metro, con la linea Fm1 a Fidene, con la Fm2 a Quarticciolo e con la linea tranviaria 14 Togliatti-Termini. Sono queste le caratteristiche del tram, o meglio, del metrò leggero Togliatti, che ieri, dopo 8 anni di letargo, è stato riproposto dai comitati di quartiere alla commissione Mobilità del Comune di Roma.




Il programma di Sassoli: concludere la linea C, tram e metropolitane di superficie

Non sappiamo ancora se sarà lui il prossimo sindaco di Roma. A dire la verità non sappiamo nemmeno se sarà lui lo sfidante ufficiale di Alemanno scelto dal Pd e dai suoi alleati. Ma per ora i punti chiave del suo programma per il Tpl romano ci piacciono molto: “concludere la linea C”, “fare rete”, “puntare su metropolitane di superficie e sui tram”, “potenziare la Roma-Lido” e “usare i fondi europei”. Parliamo di David Sassoli uno dei candidati a sindaco del centrosinistra in vista delle primarie in programma il prossimo 7 aprile.




Il (mediocre) futuro del ferro per il Comune

L’Agenzia per la mobilità ha presentato qualche giorno fa un interessante documento sulle prospettive del trasporto pubblico nell’area metropolitana di Roma. Potete visionarlo a questo link. Pur condividendo buona parte delle cose scritte in questo documento ci amareggiamo molto di più delle cose NON scritte.




Quo vadis: proposte aperte per la mobilità

Cosa fare per il trasporto della Capitale? Quali misure prendere in un periodo in cui la scarsità di risorse è l’unica certezza? È possibile un utilizzo diverso e più ottimale della attuale dotazione infrastrutturale? A queste domande prova a dare una risposta Johannes Heger, già autore di una proposta per le FR pubblicata un anno fa, con un nuovo studio sul trasporto romano che propone una rivoluzione nei servizi ferroviari ad infrastrutture attuali (o quasi) che permetterebbe alle FR e alle ferrovie concesse di dare una risposta non solo alla domanda di mobilità dei pendolari ma anche di chi deve muoversi all’interno della città.




Prolungamento dell’8: cominciano i lavori

Atac informa che dal 18 giugno partiranno i lavori per il prolungamento del tram 8 che, tra 1 anno (salvo ritardi), permetteranno agli utenti dell’8 di arrivare fino a piazza Venezia. L’8 è una delle linee di superficie più efficienti (ce ne fossero un’altra dozzina di 8, a Roma si vivrebbe assai meglio) e un suo prolungamento normalmente ci renderebbe felici. Soprattutto se ci si ricorda che è dalle giunte Rutelli (che l’8 lo crearono) che si parla di allungare questa linea verso il centro.