Tag: San Giovanni-Colosseo

Temporale estivo sulla Linea C. San Giovanni slitta al 2018 e ritardo di un anno per Colosseo?

Inizia Settembre e riapriamo bottega. La volontà di aprire con una bella notizia era veramente forte ma rovistando tra i vari siti istituzionali quanto è saltato fuori ha sovrastato qualsiasi buon proposito. Mentre ce ne stavamo tutti spensierati sotto l’ ombrellone, Roma Metropolitane aggiornava le pagine del suo sito web relative alla Linea C. Nella sezione “tratta Lodi – Fori Imperiali” – reperibile a questo indirizzo – oggi ci sono delle affermazioni, che se confermate, pesano come pietre sull’orizzonte realizzativo della stazione San Giovanni e dell’intera tratta T3 (San Giovanni – Fori Imperiali).




Linea C, ecco come sarà il cantiere per la stazione Colosseo

Mancano sette giorni all’inaugurazione dei lavori della linea C nella tratta San Giovanni-Colosseo, che come noto saranno aperti il 15 aprile. In attesa di vedere all’opera le talpe meccaniche ci sembrava giusto mostrarvi la mappa dei cantieri previsti sia nella prima fase che nella seconda, ovvero dal 1 giugno in poi. In questi giorni, infatti, Roma Metropolitane ha fatto circolare una piantina con i lavori provvisori, ovvero fino al 31 maggio 2013. Questa mappetta ve la carichiamo anche noi nella seconda parte di questo post. E’ più interessante, però, vedere come sarà il cantiere definitivo da giugno in poi, ovvero quello che ci accompagnerà i prossimi anni. La piantina è quella qui sopra, cliccandoci si aprirà in alta definitizione. Segue la mappetta del cantiere provvisorio.




Habemus cantieri linea C tra San Giovanni e Colosseo

Finalmente ci siamo! I cantieri della tratta della linea C tra San Giovanni e Colosseo apriranno il prossimo 15 aprile. In programma la realizzazione di due fermate, Amba Aradam e Colosseo/Fori imperiali. La prima servirà i cittadini della zona di porta Metronia. La seconda (foto) sorgerà a ridosso della zona archeologica più bella del mondo e consentirà il nodo di scambio con la linea B. I lavori dureranno 7 anni, questo vuol dire che la tratta sarà aperta al pubblico, se tutto va bene, nel 2020.




Linea C, basta con i Carlo Ripa di Meana

A noi sembra qualcosa di molto simile al procurato allarme. Questo pensiamo dell’ennesimo tentativo fatto dal presidente di Italia Nostra, Carlo Ripa di Meana per fermare gli imminenti lavori della linea C, nella tratta tra San Giovanni e Colosseo. Perché quando si afferma che i cantieri della metro potrebbero determinare il crollo dell’Aniteatro Flavio bisogna essere più che certi di quello che si dice. Non è un gioco. Altrimenti tutto il resto è solo propaganda, portata avanti dal più conservatore degli ambientalisti italiani. Ma si è mai visto un ambientalista che si scaglia da un decennio e mezzo con ogni tipo di ricorso contro il più sostenibile dei mezzi di trasporto pubblico, la metropolitana?




Basta annunci e bugie, vogliamo i cantieri per la San Giovanni-Coloseeo!

Qualche giorno fa, a ennesima domanda circa la data di apertura dei cantieri della tratta della linea C da San Giovanni a Colosseo, l’ormai ex assessore alla Mobilità, Antonello Aurigemma, ha risposto così: “La conferenza dei servizi è stata chiusa, tra qualche settimana si parte”. Suona bene vero? Sembrerebbe una buona notizia se non fosse che questa risposta assolutamente vaga e senza riferimenti temporali precisi ce la sentiamo dire da ormai quasi due anni. Sai che c’è di nuovo caro Aurigemma, che ora ci guardi dai muri di Roma sui tuoi stravecchi manifesti elettorali? Che siamo davvero stufi degli annunci a vuoto fatti a nome di un’amministrazione comunale che sul fronte “nuovi cantieri per la rete metropolitana cittadina” ha letteralmente fallito. Con ritardi per aprire la tratta San Giovanni-Colosseo che sfiorano ormai i due anni.




Linea C, il Cipe paga. Imminenti i cantieri San Giovanni-Colosseo

Purtroppo un’indicazione precisa del giorno dell’apertura dei cantieri ancora non c’è. La buona notizia, però, è arrivata lo stesso: il Cipe (anticipando di due giorni la seduta) ha approvato l’indispensabile finanziamento di 252 milioni necessario a coprire la rimodulazione dei costi sulla tratta Pantano-San Giovanni. Spalancando le porte agli imminenti lavori sulla tratta San Giovanni-Colosseo.