Tag: prolungamenti

Linea A: Torrevecchia, Casal Selce e oltre…

Cinque-sei anni dalla posa della prima pietra per il prolungamento della linea A da Battistini a Torrevecchia. E poi la realizzazione di un people mover, sull’esempio di quanto gia’ fatto a Perugia (vedi foto), per collegare Torrevecchia a Casal Selce. Si inizia a fare sul serio per quanto riguarda il prolungamento ovest della linea A. Anche se i tempi saranno comunque molto lunghi.




Situazione Metropolitane di Roma – Aggiornato al 01/06/2012

METRO A Prolungamento oltre Battistini: Qualcosa comincia a muoversi: pronto il progetto preliminare che prevede la costruzione di una tratta di 2 Km circa e due stazioni, Bembo e Torrevecchia. Per il prossimo 6 giugno è stata indetta una assemblea partecipativa aperta ai cittadini per discutere dell’intervento. L’opera dovrebbe essere realizzata con lo strumento del Project Financing. L’importo richiesto si aggirerebbe sui 375 milioni di euro e il tempo richiesto per la realizzazione della tratta è di 4 anni e mezzo.




Prolungamento Ovest della linea a

E’ partito il processo partecipativo anche per il prolungamento (questa volta vero!) della linea A oltre Battistini. Si farà anche la solita assemblea pubblica il 6 giugno a Torrevecchia. Ecco i link di riferimento: presentazione | scheda | link al sito di Roma Capitale




Prolungamento A: le proposte di MXR

Oggi si è tenuta l’assemblea partecipativa organizzata dall’assessorato alla mobilità di Roma Capitale sul prolungamento della linea A oltre Anagnina. Come vi avevamo già riportato la proposta del Comune è quella di realizzare una nuova linea che colleghi il capolinea sud della linea A con la linea C presso la stazione Torre Angela. La tecnologia utilizzata sarà quella di una metropolitana leggera.




Metro leggera da anagnina a torre angela

Sul sito di Roma Capitale è comparso una nuova documentazione relativa a una nuova linea (ci sembra sciocco chiamarlo prolungamento dato che non prolunga un bel niente) di metropolitana leggera. Vi linkiamo la pagina del comune e soprattutto l’interessante presentazione del progetto. Nei prossimi giorni, dopo che avremo studiato le carte, pubblicheremo la opinione del comitato.




Situazione Metro Roma – Aggiornato al 04/04/2012

METRO A prolungamento oltre battistini: nessuna notizia ufficiale, se non le dichiarazioni di Alemanno orientato al ricorso al project-financing prolungamento oltre anagnina: vedi sopra




Notizie varie

Vi riportiamo i lanci di questi giorni della agenzia Dire. Si parla di tutto un po’. LINEA C. ASCARELLI: CORTE CONTI BASATA RELAZIONI DI PARTE “Sulla linea C andiamo avanti tranquillamente: la Corte dei Conti emana sentenze ed osservazioni con i magistrati, ma questi si appoggiano alle relazioni tecniche. E chi fa le relazioni tecniche puo’ essere anche di parte ed avere le idee molto confuse”. Cosi’ il presidente di RomaMetropolitane, Giovanni Ascarelli, in occasione dell’arrivo della talpa alla nuova stazione della linea B1 a Jonio. Ascarelli e’ tornato a parlare delle polemiche relative alla metro C e della relazione della Corte dei Conti sul presunto aumento dei costi per l’opera. Nomi, il presidente di Roma Metropolitane, non ne fa, ma l’attacco “ai tecnici” che hanno effettuato le valutazioni per la Corte dei Conti e’ diretto. “Simonacci, il responsabile del progetto linea C- ha infatti aggiunto- ha presentato una contro relazione assolutamente chiara che arriva a conclusioni molto differenti da quelle della Corte dei Conti”. Ascarelli, infine, ha risposto a chi gli chiedeva se la tratta Colosseo-Farnesina, finita nelle polemiche per i costi del project financing presentato dai privati, possa tornare ad essere finanziata interamente con i fondi del Cipe. “La vedo difficile- sono state le sue parole- va privilegiato il project financing che puo’ essere comunque rivisto. Intanto abbiamo altri 3 anni di lavoro per realizzare la tratta San Giovanni-Colosseo. In questa parentesi di tempo vedremo quante risorse potra’ mettere in campo il Cipe e quante i privati. L’obiettivo e’ andare avanti come da progetto, ma almeno si deve arrivare ad Ottaviano dove la C si incrocia nuovamente con la linea A”.