Tag: M5S

Assessore Meleo, se c’é, batta un colpo

Come sapete, l’attività di MetroxRoma si contraddistingue per un obbiettivo fondamentale: collaborare. Cerchiamo sempre di muoverci in maniera propositiva e mai con sterili critiche. Purtroppo però, dobbiamo ammettere che alle grandi soddisfazioni che abbiamo avuto nel primo anno di questa consiliatura, con un unanime giudizio politico del consiglio comunale in favore della Linea C, non è seguito nulla. Dopo l’importante nota del 12 luglio 2017, che ha definitivamente superato l’idea fermare la Metro C al Colosseo, l’iter si è completamente fermato, mettendo a rischio la prosecuzione della linea. Il tutto principalmente a causa dell’estrema lentezza di Assessore e Assessorato.




Abbiamo vinto. Svolta M5S. Metro C in centro grazie a MetroXRoma

Traguardo storico per il comitato MxR dopo anni di battaglie e sensibilizzazione. I voti del PUMS non lasciano scampo. Raggi annuncia di volere la Linea C in centro storico e oltre; spazzati via anni di ambiguità del M5S sul proseguio dell’opera dopo Colosseo. All’unanimità le forze politiche presenti in Assemblea Capitolina sono finalmente favorevoli al completamento della Metro C fino a Farnesina. Ma siamo solo a una dichiarazione di intenti… ora pretendiamo i fatti, a partire dalla project review!




Bilancio ok ci sono 16 milioni per linea C. Ora serve CIPE ad hoc

Emendamento da 16 milioni per la Linea C a scapito del potenziamento della Linea B. Bilancio di previsione 2018-2020 approvato nella notte, in ritardo per il Cipe di ieri pomeriggio. Ora serve una seduta apposita da convocare il più presto possibile.




Linea C. Rischio stop cantieri senza i 16 milioni del Comune

Il nuovo quadro economico della Linea C sfornato quest’estate da Roma Metropolitane prevede una rimodulazione delle somme in carico agli enti finanziatori. Il CIPE, la cui ultima seduta dell’anno è prevista proprio oggi, dovrebbe prendere atto di questo aggiornamento per renderlo effettivo. C’è l’ok di stato e regione; manca all’appello solo palazzo Senatorio che dovrebbe stanziare 16 milioni. Siamo veramente alle strette! Oggi la giunta Raggi vorrebbe chiudere il bilancio della capitale e l’unico modo per impegnare questi soldi è una delibera di emendamento. L’immobilità  rischia di allungare ulteriormente i già biblici tempi di realizzazione dell’opera, compromettendo la continuità delle attività del contraente generale se non addirittura mettendo in forse la consegna della stazione San Giovanni.




I nemici degli utenti

Il cittadino-consigliere-comunale Frongia fa sapere urbi et orbi che il M5S ha depositato una interrogazione per sapere dal sindaco se non sia il caso di bloccare la linea C a S. Giovanni. Noi neanche rispondiamo nel merito (e il merito sarebbe che il Colosseo diventi una specie di torre di Pisa (non stiamo scherzando!!). Facciamo solo un appello a chi ogni giorno rimane imbottigliato sulla Casilina, a chi avrebbe dei vantaggi tangibili dalla esistenza della linea C (da Clodio a Pantano) nei suoi spostamenti, a chi ritiene che la presenza di 70 macchine ogni 100 romani (bambini e anziani inclusi!) sia incompatibile con la nostra saluta e con gli spazi della città, a tutte queste persone diciamo solo una cosa: NON VOTATELI! NON VOTATE DANIELE FRONGIA! NON VOTATE CHI VUOLE FERMARE LA LINEA C A SAN GIOVANNI!




Programmi elettorali. Episodio3: De Vito

Terza puntata del nostro ormai famigerato format “critica al programma elettorale”. Oggi è il turno del candidato per il Movimento Cinque Stelle alla carica di primo cittadino. Confessiamo di esserci avvicinati a questa candidatura con un certo pregiudizio memori delle dichiarazioni del leader del Movimento contro la Tav o a favore della decrescita (più o meno) felice; linee di pensiero rivoluzionarie forse, e sicuramente molto distanti dalle nostre che, molto umilmente, ambiscono “solo” a migliorare concretamente la vita dei cittadini romani. Con questo animo quindi abbiamo scaricato il sintetico programma dei grillini che dedica alla mobilità solo una paginetta. Potete SCARICARE QUI il PDF. Come al solito se vi servisse un reader potete trovarlo a questo link. Ed ecco il commento: Il programma del M5S forse conferma i nostri pregiudizi. O forse no. Una sola cosa è certa: non dice nulla. Ma nulla nulla. Non viene mai citata la parola metropolitana. Ma neanche la parola tram… o autobus. Una pagina che prescinde da tutto e da tutti. In due parole: vuoto siderale.