Il Giubileo 2016 appena indetto da Papa Francesco non porterà miracoli sul fronte delle metropolitane romane. Purtroppo nessun tipo di stanziamento speciale, pur di entità rilevante, permetterà alla città di realizzare nuove infrastrutture su ferro in così poco tempo, forse neanche un tram. Tra l’altro oggi anche il sindaco di Roma lo ha detto: “Non faremo grandi opere, ma puntiamo a far funzionare meglio i trasporti esistenti. Meno soldi e più cervello”. Quello che ottimisticamente possiamo sperare, ma sarà dura, è un’accelerazione per la stazione di San Giovanni della linea C, in modo che per i primi mesi del 2016 si possa finalmente avere il nodo di scambio con la metro A. Quello che dovremmo chiederci, piuttosto, è come siamo arrivati a questa situazione.