Tag: estero

Tutto il mondo è Paese, rallegriamoci con i ritardi record di Amsterdam, Berlino e Barcellona

Cantieri per la nuova metropolitana in ritardo di un decennio. Stazioni il cui costo aumenta in maniera esponenziale. Tunnel bloccati da errori progettuali e inefficienze. Imprese che fuggono, ingegneri e dirigenti pubblici finiti in mezzo agli scandali per tangenti e ruberie. No, per una volta non stiamo parlando della linea C di Roma, ma di una serie di infrastrutture in corso di realizzazione nel mondo, il cui iter realizzativo si è rivelato molto simile a quello della terza linea della Capitale. Quali? La nuova linea metro Noord-Zuid di Amsterdam, passata da 1,3 a 3 miliardi di euro con un ritardo di 10 anni sui tempi di consegna, e 16 anni complessivi di lavori. La linea 9 del metrò di Barcellona passata da 6 a 16 miliardi. La super stazione di Stuttgard 21, in Germania, che dopo anni di ritardi vedrà la luce nel 2024 a costi raddoppiati. Ed ancora, rimanendo in Germania ma cambiando settore, il nuovo aereoporto Willy Brandt di Berlino, vera barzelletta nazionale, che doveva essere pronto 3 anni fa e che sarà inaugurato, forse, a fine 2016 con un costo passato da 2,4 miliardi a 5,4 miliardi di euro.




Alternativa al contante: anche in questo, ultimi in Europa

Sicuramente sarà capitato a tutti voi di andare all’estero almeno una volta, magari una vacanza, magari un week end; e sicuramente sarà capitato a tutti voi almeno una volta di prendere una metropolitana, magari in qualche città del vecchio continente: ebbene, immaginiamo che non abbiate avuto nessun problema nel reperimento dei biglietti, abbonamenti o mappe delle linee. Questo perché in tutte le grandi città d’Europa (e del mondo), le società che gestiscono il trasporto pubblico danno la possibilità ai propri utenti di acquistare i titoli di viaggio con qualsiasi mezzo di pagamento (a qualsiasi ora e ovunque, a casa, nelle stazioni e non solo).




Il paragone ti fa male lo so

Qualche giorno fa Gianni Alemanno accusava su twitter Alfio Marchini, uno dei competitor del sindaco alle prossime elezioni, di fare demagogia perché questi, a dire del primo cittadino, paragonava Roma a città con tenori di vita e budget ben più elevati della ormai sgangheratissima Capitale d’Italia.




Il tube e la sua mappa

Oggi ilpost.it ha pubblicato un interessante articolo sui 150 della metropolitana londinese. Uno dei paragrafi si occupa segnatamente della mappa che è diventata oramai una vera e propria icona dell’immaginario mondiale. Ve ne consigliamo la lettura… Il primo tratto della metropolitana di Londra venne aperto il 9 gennaio 1863, esattamente 150 anni fa. Copriva i 5,6 chilometri tra la stazione ferroviaria di Paddington, dal lato di Bishop’s Road, e Farringdon Street. Oggi, con circa 270 stazioni, la metropolitana di Londra è una delle più grandi del mondo: il totale delle linee è di oltre 400 chilometri. Se volete farvi un’idea del movimento che ci dev’essere sotto Londra, questo sito mostra il movimento dei treni in tempo reale lungo le linee. Costruirle non è stato facile, ed è soprattutto una storia interessante. Continua a leggere 




Dear Mayor, please… MIND THE GAP!

Chiunque abbia visitato Londra, usufruendo del suo meraviglioso sistema di trasporto, non avrà potuto fare a meno di sentire l’avviso, che si propaga dai microfoni di qualsiasi stazione ad ogni arrivo di un treno, quasi a mo di mantra, e che avverte gli utenti di fare attenzione allo spazio che c’è tra la banchina ed il pianale del treno. PLEASE, MIND THE GAP between the train and the platform! Noi di METROXROMA vorremmo rigirare questo avviso al Sindaco di Roma ed al nuovo AD di ATAC Diacetti, strillando, ripetendo all’infinito: Dear Major,dear AD, please MIND THE GAP BETWEEN ROME AND THE OTHER CAPITALS OF EUROPE!!!


Tag:


come è bello girar il mondo in metropolitana

Le stazioni della B1 sono forse le prime stazioni della metropolitana di Roma in cui, nonostante i primi segni dell’incuria dopo appena un mese di vita, si ha la sensazione di essere in una città europea. Ma siccome a noi non basta mai vi proponiamo una carrellata di foto di metropolitane in giro per il mondo, giusto per farvi venire un po’ di salutare invidia.


Tag:


Flashmob nella metro di copenhagen

In questo video la metropolitana di Copenhagen danese fa da sfondo a un bellissimo flashmob organizzato da una radio danese. La metropolitana si vede poco ma si percepisce, e chi l’ha vista dal vivo lo sa bene, quanto sia bella, moderna (è un sistema driverless) ed efficiente. Una curiosità: il gioiello trasportistico della città della sirenetta è opera del genio italiano (Ansaldo STS). Buona visione