Si sblocca Amba Aradam, ecco come sarà la stazione museo

Natale porta buone notizie per la metro C. Dopo 7 mesi si sono finalmente sbloccati i cantieri della stazione di Amba Aradam-Ipponio, fermi a causa di un ritrovamento archeologico davvero straordinario. La soluzione individuata per questa fermata è spettacolare: Amba Aradam si trasformerà in una stazione museo, con una terrazza sotterranea sui castrum romani rinvenuti i mesi scorsi (vedi foto). Creando, tra l’altro, un precedente fantastico per le future fermate della tratta centrale.

La notizia arriva dall’assessore alla Mobilità, Linda Meleo. “Poco tempo fa– scrive sulla sua pagina Facebook- ho fatto un sopralluogo con la commissione capitolina Mobilità nel cantiere della stazione Amba Aradam della metro C. Al momento i lavori sono fermi perché si doveva trovare una soluzione per la gestione e la valorizzazione dei reperti archeologici venuti alla luce durante gli scavi. Non abbiamo voluto perdere altro tempo. Dopo grandi sforzi finalmente siamo riusciti a sbloccare la situazione ed i lavori potranno ripartire già dai prossimi giorni. Questo è uno dei rendering che mostra come la stazione potrebbe essere una volta terminata. Siamo al lavoro per accelerare i tempi e dare così il prima possibile ai romani la linea metro C, infrastruttura che ormai aspettano da troppo tempo”.

Noi non possiamo che essere soddisfatti della soluzione individuata, anche se 7 mesi di progettazione sono forse un po’ troppi. Ad ogni modo questa vicenda insegna che le metropolitane e l’archeologia possono procedere a braccetto, anzi che l’una rinforza l’altra: senza i cantieri per la linea C, infatti, non ci sarebbero stati questi fantastici ritrovamenti, che ora possono anche essere valorizzati. L’adeguamento a museo delle stazioni centrali, si sappia, è in corso anche a per la fermata Colosseo-Fori imperiali dove i ritrovamenti lungo il clivo di Acilio si potranno rendere fruibili in qualche modo. Insomma, la strada è quella giusta, anche in vista delle stazioni di Venezia e Chiesa Nuova. Come detto la stazione museo di Amba Aradam crea un precedente non indifferente, rispetto al quale si dovrà per forza di cose tenere conto in futuro.  In altre parole sarà difficile giustificare, da parte della politica, che una stazione costruita vicino a resti archeologici è una cosa incocepibile a Roma.