Guasto sulla FR3, treni bloccati per ore

Così si presentava la situazione a San Filippo Neri

Ore di grande difficoltà ieri sulla ferrovia per Viterbo (FR3). La notizia pare essere stata bucata dai media online, però c’è la testimonianza online (anche fotografica) del nostro caro J. H. che riportiamo:

Dalle ore 18.15 guasto sulla fr3. Treni fermi in ambedue sensi di marcia. Il mio treni, fermo per un ora nella galleria tra Monte Mario e San Filippo, finalmente riesce a entrare con i due primi vagoni nella fermata (occupata da altro treno). Il personale cerca di fare il suo meglio ma non si hanno annunci, non c’ è sostitutivo. 500 persone di un treno per Viterbo fermi… sono le ore 20.00

Come si vede (nella foto ndr) il treno si accoda ad un altro già presente in fermata. Gli ultimi due vagoni sconfinano fuori marciapiede. Al capotreno è voluto un po’ di fatica a convincere la centrale operativa ad eseguire questa manovra, dopo che siamo stati fermi nel tunnel per ca.un ora. Il personale sembrava “abbandonato” dal dirigente di servizio come noi passeggeri. Infatti, gli altoparlanti che solitamente ci riempono con messaggi inutili di non aprire le porte finché blabla sono stati muti.

Come si nota il treno in fermata non era il solito TAF (e non lo era il treno guasto che abbiamo sorpassato più tardi a La Storta). Come aveva già osservato qualcun altro sono sempre più treni urbani arrangiati con mezzi di fortuna, ovvero composizioni non adatte al servizio urbano. Evidentemente ci sono molti treni TAF guasti/fermi/fuori servizio.

Il treno ha proseguito con ca. 160 minuti di ritardo e dovrebbe giungere a Viterbo in questi minuti. Ovviamente stessa sorte e toccata a tutti i treni di seguito.

Sempre a proposito della FR3 segnaliamo l’iniziativa dei comitati di quartiere delle zone attraversate dalla linea che chiedono la sua trasformazione in una metropolitana di superficie (vedi link qui e qui).
L’infrastrutture ha dei seri limiti che impediscono una sua conversione in servizio metropolitano. Ciò non toglie che è necessario cominciare a lavorare nella prospettiva di una conversione delle linee FR in linee suburbane sul modello delle s-bahn berlinesi se non vogliamo continua a soffocare di traffico.

Tag: