linea a: chiusura alle 21 per 40 giorni

Tra una settimana, dal 10 aprile e per (almeno) 40 giorni, la linea A farà partire l’ultima corsa alle 9 di sera e terminerà così il servizio giornaliero. Al suo posto ci saranno i bus sostitutivi. Fa eccezione il sabato quando la linea A terminerà regolarmente all’1,30. Insomma tutti meccanismi già visti in passati che non ci stupiscono. Questa volta la chiusura della metro è giustificata da lavori di ammodernamento della linea che l’agenzia Roma servizi per la mobilità così descrive:

“Tre le fasi di intervento per: mitigare le vibrazioni indotte dal transito ferroviario, con parziale rinnovo del ballast (pietrisco che sostiene i binari) e dell’armamento; mitigazione del rumore che prevede la posa, su tutto l’attraversamento all’aperto e sui due tratti terminali di galleria della lunghezza di circa 30 metri di pannellature fonoassorbenti; e la posa di una copertura totale con pannellature di vetro stratificato di sicurezza sulla sede ferroviaria all’aperto, agli imbocchi in galleria per una lunghezza di circa 22 metri lato Flaminio e per una lunghezza di circa 23 metri dal portale di uscita lato Lepanto.”

Insomma ordinaria manutenzione + installazione dei pannelli fonoassorbenti. Forse c’è un eccesso di aspettative da parte nostra se si immagina che la riduzione del servizio sia collegata a qualche miglioria infrastrutturale vera. Anche perché di problemi veri la A ne ha pochi, anzi ne ha solo uno ed è il ponte che attraversa il Tevere: i treni lì sono obbligati ad andare a passo d’uomo per problemi di stabilità. Vero è che il giorno che si deciderà di mettere mano al ponte la linea A ce la potremo scordare per molto tempo. Ma questa è un’altra storia che speriamo di non dovervi raccontare..