T2, ormai non si può più tornare indietro: 30 mln per riprogettare la Venezia-Clodio

Trenta milioni valgono più di mille promesse. Sulla base di questa certezza siamo convinti che la tratta T2 della linea C, quella che allungherà il tragitto da Venezia a Clodio, si farà. Di cosa stiamo parlando? Della buona notizia contenuta nel bilancio comunale in discussione in questi giorni all’Assemblea Capitolina. Già perché dopo il plebiscitario risultato del Pums a favore della prosecuzione della linea C in centro, e di questo non smetteremo mai di ringraziarvi, il Campidoglio ha stanziato ben 30 milioni di Euro per la project review della tratta Venezia-Clodio della linea C.




Metro C: le talpe rimarranno sotto i Fori

Il progetto esecutivo di Metro C non si tocca. Niente varianti, niente alterazioni del quadro economico, seppur minime: le talpe saranno lasciate sotto il Foro di Traiano. Buone intenzioni su project review e Roma Metropolitane. Generiche dichiarazioni su Roma-Giardinetti e i finanziamenti MIT per l’ammodernamento e nuovi treni delle Linee A e B. 




Salviamo le concesse. Accordo tra Stato, Regione e Comune

Venti anni: tanto è passato dalla cessione delle ferrovie concesse alla Regione. Manca ancora una visione complessiva. Troppi propositi senza nessuna azione concreta. Il comune avanza delle proposte, sposando molte delle nostre idee, ma si scontra con la titolarità di gestione, programmazione e proprietà. Oggi avanza il rischio di una improvvida gestione statale nelle mani di RFI. Serve una svolta decisiva, al di là delle tante parole. L’unica soluzione, a nostro giudizio, è un Accordo di Programma tra Stato, Regione e Comune.




Project review Metro C. Ci sono i soldi ma è tutto fermo.

La delibera CIPE n. 36/2018, pubblicata lo scorso Ottobre, ha gettato le basi per la tanto attesa revisione progettuale della tratta di Linea C che attraversa il centro storico. Stanziati 1,6 milioni per le attività preliminari ma la project review è ancora in alto mare. Senza la convenzione con Roma Metropolitane i tecnici hanno le mani legate. Necessaria una decisione definitiva entro il 2018.




REFERENDUM: DUBBI E OPPORTUNITÀ

Domenica 11 Novembre, dalle 8 alle 20, si terrà il referendum sulla modalità di affidamento dei servizi relativi al trasporto pubblico locale. Mettiamo nero su bianco le nostre riflessioni sperando che possano aiutare, al di fuori delle ragioni strumentali ed equivoche delle parti politiche. Non daremo un’ indicazione di voto perchè non crediamo che esista una risposta univoca ai quesiti. Purtroppo una cosa sola è certa: si sta cercando una soluzione profondamente tecnica – il metodo di affidamento – al problema, tutto politico, della carenza infrastrutturale di questa città.




Un tram per Corso Rinascimento

Come nelle antiche città romane, la tranvia Termini-Vaticano-Aurelio si inserisce a formare un decumano EST-OVEST. Manca però un passante che intercetti, invece, le relazioni NORD-SUD, il cosiddetto cardo. È questo il tram di Corso Rinascimento.


Tag:


Assessore Meleo, se c’é, batta un colpo

Come sapete, l’attività di MetroxRoma si contraddistingue per un obbiettivo fondamentale: collaborare. Cerchiamo sempre di muoverci in maniera propositiva e mai con sterili critiche. Purtroppo però, dobbiamo ammettere che alle grandi soddisfazioni che abbiamo avuto nel primo anno di questa consiliatura, con un unanime giudizio politico del consiglio comunale in favore della Linea C, non è seguito nulla. Dopo l’importante nota del 12 luglio 2017, che ha definitivamente superato l’idea fermare la Metro C al Colosseo, l’iter si è completamente fermato, mettendo a rischio la prosecuzione della linea. Il tutto principalmente a causa dell’estrema lentezza di Assessore e Assessorato.